Il Paesaggista

Dan Pearson

Il britannico Dan Pearson è paesaggista, orticoltore, giardiniere e scrittore; il suo lavoro si contraddistingue grazie a una forte sensibilità verso il luogo in cui opera, l’approccio intuitivo e leggero al design, attraverso l’uso di piantagioni naturali ma audaci e pittoriche, senza dimenticare le profonde conoscenze orticole.Si è formato in orticoltura al Wisley di RHS Gardens, al Royal Botanic Gardens e ai Royal Botanic Gardens di Kew. Esercita la professione di paesaggista dal 1987

The New American Garden

La creazione del New American Garden ha rivoluzionato l’architettura del paesaggio, di cui Wolfgang Oehme (1930-2011) e James van Sweden (1935-2013) sono stati pionieri. Il loro stile si è evoluto dalla tradizione modernista, nei primi progetti mostrano una certa rigidità geometrica, poi abbandonata fino a che le piante sono diventate la caratteristica che domina e contraddistingue le loro opere. Il paesaggio americano prima della rivoluzione portata dallo studio Oehme van Sweden &a

I giardini acquatici – Gli artifici arborei di Junya Ishigami

Questo progetto realizzato nel 2018 da Junya Ishigami che vi presentiamo su Floraviva è un esempio concreto di come portare la natura dalla nostra parte. Sono stati trapiantati in maniera attenta 318 alberi che, in questa fase, appaiono per quello che sono: creature innocenti nelle mani dell’uomo, serviranno al tentativo di ricreare l’equilibrio naturale attraverso la saggezza umana. Il rapporto tra uomo e natura è spesso artificiale; se si crea un giardino, abbiamo già fatto un artifici

Gabriel Guevrekian, il giardino cubista

Architetto e paesaggista ma anche autore, educatore, progettista industriale e polemista, Gabriel Guevrekian nasce a Costantinopoli nel 1900, di origine armena, cresce a Teheran poi trasferirsi a Vienna, con uno zio architetto, dove studia con Oskar Strnad e Josef Hoffmann. Si trasferisce a Parigi nel 1921, lavora con Le Corbusier, André Lurçat, Sigfried Giedion, Henri Sauvage e Robert Mallet-Stevens con cui collaborò alla progettazione di rue Mallet-Stevens, in particolare l'allestimento de

Cecil Pinsent e la Toscana

Cecil Pinsent nasce a Montevideo, in Uruguay nel 1884 e, sebbene sia cresciuto in Inghilterra, un qualcosa di “espatriato” gli resta addosso per tutta la vita. Della sua carriera fa un percorso ammirevole, sebbene abbia dovuto vivere due guerre mondiali. I suoi studi di progettazione furono molto apprezzati e si svolsero principalmente a Firenze e dintorni. In precedenza fu studente illustre sia alla scuola dell’Associazione di Architettura, dove nel 1906 vinse la medaglia Banisten e la bo