Nuovi formati di Sundeville e colori da Bonini Piante Toscana

Visite: 4868

Bonini Piante di Pescia ha testato e propone, in via esclusiva per la Toscana (insieme a un’unica altra azienda), le Sundeville di 4 nuove colorazioni di Syngenta. Nella gamma di Bonini sono stati aggiunti due ulteriori formati: le Sundeville basket vaso 20 e le Sundeville spalliera vaso 17.


Due nuovi tipi di rossi e di rosa. Sono le quattro inedite colorazioni delle nuove Sundeville (o Sundaville) brevettate da Syngenta che Bonini Piante Toscana ha coltivato in via sperimentale a partire dall’anno scorso e che può quindi proporre, per ora in via esclusiva per la Toscana insieme a un’unica altra azienda, ai suoi clienti.
Una novità importante in un segmento sempre più significativo della produzione di piante in vaso per la stagione primavera-estate, visto che, come spiega Leonardo Bonini, uno dei due titolari dell’azienda florovivaistica di Pescia (Pistoia), questi ibridi di Dipladenia distinti dalle Mandeville classiche e molto resistenti al sole estivo «stanno conquistando quote di mercato alle piante leader del periodo, dai gerani alle surfinie».  
Ma non è l’unica innovazione nella produzione di Sundeville di Bonini Piante Toscana, che anche quest’anno si preannuncia di grande qualità, con piante nei vari formati «molto rigogliose, dal portamento compatto e dai colori intensi». Infatti nella gamma di Sundeville proposte dall’azienda floricola pesciatina specializzata in piante in vaso si sono aggiunti due nuovi formati: le Sundeville basket vaso 20 e le Sundeville spalliera vaso 17 (altezza 60 cm).
Così adesso questa linea produttiva introdotta una decina di anni fa da Turiddo Bonini, il padre di Leonardo e Roberto scomparso di recente (vedi nostro articolo), comprende ben sei voci. Vale a dire le Sundeville normali (a cespuglio) in vaso 10, 14 e 17, la Sundeville basket (a piramide) vaso 20 e 22, e infine la Sundeville spalliera (a parete) vaso 17. Un’offerta ben calibrata per quello che è ormai uno dei prodotti di punta dell’azienda pesciatina con sede nella frazione di Veneri, rinomata anche per molte altre piante, fra cui, tanto per citarne alcune, i gerani (che nel 2014 furono donati allo splendido giardino del Vaticano), le ortensie, le stelle di Natale e gli olivi Xylella-free.

Floraviva
Articolo Publiredazionale, riproduzione vietata