Pure Alberto (Cia Liguria) vicepresidente del gruppo floricolo al Copa-Cogeca

in Brevi
Visite: 1852
Aldo Alberto di Cia Liguria

Dopo l'elezione il floricoltore ligure Aldo Alberto ha dichiarato: «l’implementazione del Green Deal Ue richiederà ingenti investimenti sul settore floricolo». Alla presidenza del Gruppo “Fiori e piante” è stata eletta l’olandese Eveline Herben.


La floricoltura ligure fa l’en plein nella federazione europea delle associazioni di agricoltori e cooperative agricole. Oltre a Boeri (vedi) anche Aldo Alberto, già alla guida di Cia Liguria e dell’Associazione Florovivaisti Italiani, è diventato vicepresidente del Gruppo “Fiori e piante” del Copa-Cogeca. 
Questa nomina, fa sapere un comunicato di Cia - Agricoltori Italiani, è avvenuta ieri l’altro a Bruxelles in occasione dell’elezione che ha portato alla presidenza del Gruppo “Fiori e piante” l’olandese Eveline Herben. Per l’Italia, come per l’Olanda «inizia ora una stagione importante di grande promozione di nuove politiche Ue – si legge nella nota di Cia -. I prossimi anni presentano, infatti, al comparto di tutta Europa, la duplice sfida della valorizzazione dei florovivaisti, protagonisti della transizione green, nonché quella del superamento di una crisi socio-economica senza precedenti per via della pandemia».  
«L’implementazione del Green Deal Eu – ha commentato il neo eletto Aldo Alberto, floricoltore di Albenga - richiederà ingenti investimenti sul settore floricolo che dovrà essere al centro della nuova visione di sviluppo, riuscendo a cogliere tutte le opportunità che le strategie per la forestazione, la biodiversità e Farm to Fork potranno offrire. Il 2021 sarà un anno strategico anche per il florovivaismo italiano che dovrà rinascere dopo la crisi e far fronte anche a nuove dinamiche nell’ambito del commercio estero, segnate dalla Brexit, ma anche dalla nuova presidenza Usa».

Redazione