Bilancio di Green is Life, la fiera polacca che vede in verde la vita

in Notizie
Visite: 760

Quasi 17 mila visitatori, di cui 7 mila professionali provenienti da 40 Paesi, alla 25^ fiera florovivaistica internazionale di Varsavia Green is Life, dove hanno esposto 300 aziende di 12 nazioni. Novità: una piattaforma per gli ordini dei grossisti in loco e il Bonsai Show. L’elenco delle principali piante premiate.

I benefici ecologici e sociali del verde sono stati al centro dell’attenzione della 25^ edizione della fiera florovivaistica internazionale di Varsavia Green is Life, che aveva come tema ispiratore il motto “Chill Out in the Garden” (rilassarsi in giardino).
Un’edizione della principale fiera polacca dedicata alle piante, tenutasi dal 31 agosto al 2 settembre insieme alla Flower Expo Polska, a cui hanno partecipato 300 espositori da 12 nazioni. Un centinaio di aziende polacche e poi imprese provenienti da Olanda, la meglio rappresentata, e a seguire Belgio, Danimarca, Francia. C’erano anche espositori arrivati da Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Lituania. E nel comparto specificamente floreale pure imprese della Colombia, dell’Ecuador, del Kenya e dell’Italia.
I visitatori complessivi alla fiera, i cui primi due giorni erano riservati agli operatori professionali, sono stati 16860, fra i quali 7037 operatori da 40 Paesi. Le categorie di operatori più rappresentate erano: paesaggisti e altri soggetti appaltanti (24,18%), produttori di piante e vivaisti (23,58%), compratori e responsabili commerciali (18,96%), fioristi e negozi e grossisti di fiori (9,63%), fornitori di prodotti, servizi e tecnologie per il florovivaismo (6,79%) e soggetti pubblici coinvolti nel settore del verde (5,73%). La maggior parte di essi veniva da Lituania, Ucraina, Bielorussia, Russia, Olanda e Belgio. Ma sono arrivati visitatori anche da Slovacchia, Repubblica Ceca, Romania, Bulgaria, Repubblica Moldava e persino da India, Cina e Sudafrica. 
Fra le novità di quest’edizione, la piattaforma delle piante per i grossisti “Greenery”: il sistema per fare ordini di piante dedicato ai clienti grossisti, con la possibilità di scegliere fra oltre 1000 posizioni distribuite in quasi 2000 metri quadri di spazio espositivo. Altra novità è stato il Bonsai Show, che ha consentito ai visitatori di Green is Life di ammirare i maestri di questa disciplina all’opera per tre giorni.
Durante i tre giorni hanno avuto spazio anche concorsi e premi, come il Green Laurel, che selezionava prodotti, tecnologie per i vivai, giardini e aree verdi e concept di vendita. Tra le piante premiate, un melo multi-varietà di un’azienda polacca e poi, nella “Plant Novelties Competition”, l’Astilbe COLOR FLASH 'Beauty of Ernst' (medaglia d’oro), la Clematis ‘Taiga’ PBR e la Diervilla splendens DIVA 'El Madrigal' PBR (medaglie d’argento), la Chamaecyparis lawsoniana ‘Karaca’ (medaglia di bronzo). Distinzioni anche a Buddleja 'Pink Micro Chip' e Deutzia ‘YUKI CHERRY BLOSSOM' PBR. 

Redazione